DETTAGLI DIMENTICATI?

Premiati Edizione 2023

Elisabetta Achilli

Energie Rinnovabili

Elisabetta, 34 anni, è una ricercatrice nel campo delle energie rinnovabili. Si è laureata con lode in Chimica presso l’Università di Pavia e, parallelamente, ha ottenuto con votazione massima il Diploma in Scienze e Tecnologie presso la scuola di eccellenza IUSS. Durante gli studi è stata ospite del Collegio Nuovo di Pavia e ha trascorso un periodo presso la Columbia University di New York. Nel 2017 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Chimica con una tesi focalizzata sullo studio di materiali per la produzione di idrogeno verde svolgendo la parte sperimentale presso il sincrotrone ESRF di Grenoble. Diversi sono i premi e i riconoscimenti ricevuti durante il suo percorso. Attualmente è ricercatrice presso RSE S.p.A. e studia materiali per il fotovoltaico ad alta efficienza, con interesse verso l’integrazione della tecnologia negli edifici sfruttando anche pareti e finestre. Per l’impatto dei risultati, Elisabetta è stata invitata a presentare il lavoro in numerosi congressi nazionali e internazionali ed è autrice di svariate pubblicazioni scientifiche.

Vittoria Altomonte

Spazio

Vittoria Altomonte, nata il 21 luglio 2003 e residente a Bova Marina (RC), è una giovane con una grande passione per l'astronomia. Attualmente frequenta il corso di laurea triennale in Astronomia presso l'Università degli Studi di Padova e ha ottenuto la maturità scientifica con un voto finale di 100/100 con lode. È stata insignita del titolo di Alfiere del Lavoro della Repubblica Italiana nel 2022 ed è stata inserita nell’Albo Nazionale delle Eccellenze del Ministero dell’Istruzione dal 2018 al 2022. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti e onorificenze in molte discipline, ma principalmente nel campo dell'astronomia e della matematica, partecipando a numerose competizioni e concorsi nazionali ed internazionali. Ha frequentato stage di formazione in America, Isole Canarie, Italia, Francia, Germania, Romania, Sri Lanka e Svizzera. Collabora con il "Planetarium Pythagoras" di Reggio Calabria, con il quale è autrice del "Bignamino di Astronomia". Ha pubblicato un sito web dedicato all’astronomia di Dante Alighieri, un sito web con riassunti di letteratura inglese e ha curato delle dispense del libro "Everaise Astronomy". Attualmente collabora con l’Associazione “Thétis” di Bova Marina nella produzione e montaggio di un video-documentario riguardante il tema della violenza sulle donne trattato tramite la figura di Ipazia d'Alessandria.

Cesare Giulio Ardito

Arte e cultura

Cesare Giulio Ardito è nato e cresciuto a Roma, dove ha completato la maturità scientifica presso l'Istituto Massimiliano Massimo, proseguendo poi i suoi studi con una laurea magistrale in Matematica presso l'Università La Sapienza con il massimo dei voti. Nel 2016 ha vinto una borsa di dottorato all'Università di Manchester, dove ha conseguito il dottorato nel 2020. Dopo un periodo come ricercatore postdoc alla City University di Londra, attualmente ricopre la posizione a tempo indeterminato di Docente in Matematica all'Università of Manchester. Si specializza nella teoria delle rappresentazioni dei gruppi e più in generale in algebra, ma di recente si è anche concentrato su tematiche pedagogiche, come l'impatto dell'Intelligenza Artificiale generativa sull'istruzione universitaria. In riconoscimento del suo impegno e delle sue competenze nel campo dell'insegnamento universitario, nel 2023 è stato insignito della Senior Fellowship della Higher Education Academy (SFHEA). Dal 2017 è attivamente impegnato in attività di volontariato e di servizio alla comunità italiana in Inghilterra. È fondatore di I3Italy, un'organizzazione non-profit dedicata alla diffusione di informazioni e supporto gratuiti in lingua italiana tramite il portale www.i3italy.org e i social media. È stato eletto consigliere del Comites di Manchester nel 2021, guidando la lista civica Italia4Italy, e ha collaborato con istituzioni diplomatiche, parlamentari e funzionari ministeriali per realizzare iniziative e portare avanti istanze a favore degli oltre 500mila italiani residenti nel Regno Unito. Infine, è abilitato a fornire consulenze legali in tema di immigrazione per l'ente benefico Settled, avendo assistito oltre 2000 italiani nell'ottenere il permesso di soggiorno per rimanere nel Regno Unito dopo la Brexit.

Andrea Carson

Arte e cultura

Si forma come architetto al Politecnico di Milano, per poi specializzarsi nel campo dell’illuminazione architetturale e per grandi monumenti. Nel 2015 fonda Luminum, brand premiato a livello internazionale che si occupa di valorizzazione illuminotecnica e tecnologica di beni storici per importanti enti in Italia e all’estero. Tra i premi ricevuti nella sua carriera, è stato insignito del premio 40under40 durante i London Lighting Design Award 2020 e del premio Mario Bonomo di AIDI. Nel 2022 ha ricevuto la menzione d’onore al premio KNX Italia per l’innovazione tecnologica ed è stato selezionato dal ministero degli esteri durante gli Italian Design Days23 come design Ambassador per l’Albania. Si occupa di divulgazione sui temi della valorizzazione del patrimonio storico e delle nuove tecnologie, attraverso convegni e articoli su riviste di settore. All’attività imprenditoriale abbina l’impegno associativo, dal 2015 al 2023 è stato presidente del gruppo giovani imprenditori di Confcommercio Alto Piemonte, ed è impegnato come consulente per onlus e fondazioni sui temi della digitalizzazione e delle nuove tecnologie.

Chiara Figazzolo

Biotecnologia

Chiara è una giovane e entusiasta professionista che opera all’interfaccia tra innovazione, scienza e business. Ha conseguito la Laurea triennale in Chimica presso l’Università degli Studi di Pavia e al Collegio Ghislieri e, parallelamente, ha ottenuto un Diploma interdisciplinare presso la scuola di Eccellenza IUSS. La sua passione verso le applicazioni terapeutiche della biochimica l’ha condotta a intraprendere un Master presso la University of Cambridge, studiando soluzioni innovative contro l’Alzheimer. Ha poi condotto un PhD in Biochimica presso l’Institut Pasteur di Parigi focalizzato su come le modifiche chimiche del DNA possono combattere la resistenza agli antibiotici e la malaria. La sua carriera è iniziata presso Merck Group in Germania, dove ha organizzato la partecipazione del CEO al World Economic Forum 2023. Attualmente è Associate Consultant nella stessa azienda in un competitivo programma rotazionale, che le sta permettendo di esplorare le sue aree di interesse tra Francoforte, Roma e Singapore. Sta inoltre sviluppando una nuova applicazione per il monitoraggio remoto di pazienti affetti da cancro e ha una grande passione per la divulgazione scientifica, che l’ha portata a co-fondare il giornale online gratuito Piplettes. Crede molto nel "give back" ed è attiva come mentore presso le associazioni no profit Mentors4U e LeadTheFuture. É stata premiata come Alfiere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Italiana, McKinsey Next Generation Women Leader, GBR Leader of Tomorrow, Financial Times Talent U35 e, di recente, è stata inclusa nella Nova111 List nella categoria Healthcare & Life Sciences.

Guglielmo Mazzà

Ingegneria

Guglielmo è un giovane ingegnere ambientale, imprenditore sociale e attivista. Ha un master in Ingegneria per la pianificazione integrata dell'ambiente e del territorio in contesti di cooperazione internazionale e un honors master in Interdipendenza globale e ricerca sociale. Ha lavorato in iniziative di sviluppo e risposta umanitaria, guidando e consigliando progetti su acqua, igiene, agricoltura, imprenditoria verde e inclusione finanziaria. I progetti hanno raggiunto Italia, Kosovo, Libano, Egitto, Giordania, Marocco, Tanzania, Kenya, Etiopia e Uganda. Dopo aver vissuto quattro mesi in una tenda in un campo profughi siriano, in Libano, ha fondato ReFuse, un'impresa sociale nata per offrire soluzioni ambientali in zone affette da crisi umanitarie. Dopo due anni, ReFuse coinvolge 15 persone, ne ha formate oltre 1000, offre servizi ad aziende e più di 15,000 cittadini. Grazie a ReFuse, ha raccolto oltre duecento mila chili di materie riciclabili che sarebbero finite in discariche illegali. La sua passione, la sua competenza consiste nel combinare accesso equo alle risorse, giustizia sociale e ripristino degli ecosistemi. Il mio suo professionale lo ha portato a dedicarmi completamente al concetto di sostenibilità. Il suo profondo interesse nel comprendere queste questioni sfaccettate e nell'affrontare problemi urgenti per le persone più vulnerabili è ciò che fonda il suo lavoro professionale e di attivista, per comprendere ogni forma di impatto negativo e agire verso una soluzione.

Lorenzo Nardi

Forze armate

Lorenzo è un pilota dell’Aeronautica Militare, ingegnere aerospaziale e giovane ricercatore. Dall’età di 15 anni ha frequentato la Scuola Militare Aeronautica “Giulio Douhet”. Nel 2015 è entrato in Accademia Aeronautica come Capocorso del Corso “Turbine V”, completando con successo l’iter da Ufficiale, suggellato dall’attribuzione della Sciabola d’Onore, in quanto primo classificato nella graduatoria accademica e, successivamente, anche in quella dell'addestramento al volo. Durante le fasi addestrative in Italia e all’estero ha avuto l’opportunità di accumulare oltre 350 ore su diversi velivoli militari e attualmente presta servizio come pilota del 6° Stormo di Ghedi. Ha conseguito quattro lauree: Scienze Aeronautiche, Gestione dei Sistemi Aerospaziali per la Difesa, Ingegneria Aerospaziale e Ingegneria Spaziale e, attualmente, sta frequentando un Dottorato di ricerca presso la Scuola di Ingegneria Aerospaziale (SIA) della Sapienza. Lorenzo ha inoltre svolto diverse esperienze formative internazionali, tra cui un Master in System Design and Management presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) e attività presso centri di eccellenza come l'International Space University e l'Agenzia Spaziale Europea. Parallelamente alla sua attività operativa di pilota militare, Lorenzo collabora in progetti di ricerca finanziati da ASI, NASA ed UE, focalizzati sullo sviluppo di sistemi "lab on chip" per applicazioni spaziali, che comprendono dispositivi diagnostici utilizzabili anche sulla Terra. Inoltre, sta contribuendo all'ideazione e alla produzione di payload innovativi per lo studio degli effetti delle radiazioni spaziali e della vita su altri pianeti. Uno di questi progetti è destinato a essere lanciato sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) nel 2025, mentre altri saranno integrati su piccoli satelliti (CubeSats), nei quali è attivamente coinvolto nel processo di design e produzione.

Irma Querques

Biotecnologia

All’età di 33 anni, Irma è Professoressa di Biologia Strutturale all’Università di Vienna, Austria. È anche il leader di un gruppo di ricerca al Max Perutz Labs, dove studia i meccanismi di mobilizzazione del DNA e sviluppa metodi di ingegneria genetica a scopo terapeutico. Irma è inventrice di tre brevetti internazionali e il suo lavoro è stato pubblicato su riviste come Nature, Cell e Nature Biotechnology. La ricerca nel suo laboratorio è finanziata dal prestigioso European Research Council con uno Starting Grant di 1.5 milioni di euro. Dopo aver conseguito una laurea con lode in Biotecnologie all’Università di Bologna, nel 2013 si trasferisce ad Heidelberg in Germania dove termina il suo dottorato di ricerca all’ European Molecular Biology laboratory. Nel 2019 si sposta all’Università di Zurigo in Svizzera per lavorare come postdoctoral fellow nel laboratorio di Martin Jinek, pioniere della tecnologia CRISPR. La ricerca di Irma su nuovi metodi di ingegneria genetica è supportata dalle prestigiose borse di studio EMBO, FEBS e Postdoc Grant. Nel 2022, Irma è una dei nove scienziati selezionati dall’ETH di Zurigo come Branco Weiss Fellows su 350 candidati al mondo. Irma è stata invitata a presentare il suo lavoro di ricerca in diverse conferenze internazionali e seminari, incluso all’ MIT di Boston e all’Università di Berkeley.

Federico Giuseppe Russo

Magistratura

Nato a Catania il 24 gennaio 1991. Dopo aver conseguito la maturità classica, ha scelto di voler intraprendere gli studi universitari al di fuori della propria città natia. Si è inscritto, quindi, al corso di laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi Roma Tre nel 2009, laureandosi nel 2014 con il voto di 110/110 e lode. Rientrato a Catania, durante il biennio 2015-2016 ha svolto la pratica forense presso l’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Catania prestando, al contempo, attività di collaborazione scientifica presso un prestigioso studio legale. Nel 2016 viene ammesso nelle università di Oxford, King’s College e di Edimburgo optando per quest’ultima, volendo approfondire le proprie competenze accademiche in ambito di diritto privato comparato. A partire dal settembre 2016 si è trasferito, dunque, a Edimburgo, conseguendo con merito nel novembre 2017 il MASTER LLM COMPARATIVE AND EUROPEAN PRIVATE LAW. Negli ultimi mesi dello stesso anno ha contemporaneamente vinto un Dottorato di ricerca in “Trust Law” presso la medesima università e il concorso di Procuratore dello Stato indetto dall’Avvocatura dello Stato. Incardinato nella sede di servizio dell’Avvocatura Generale di Roma dal 1° febbraio 2018, ha svolto con profitto la predetta funzione di Procuratore fino al 1° giugno 2023, occupandosi in particolare della rappresentanza e difesa delle Amministrazioni statali davanti alle giurisdizioni nazionali, incluse quelle superiori, nonché davanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. Interrotto il dottorato nel 2020 per dedicarsi appieno all’attività lavorativa e alla preparazione delle successive competizioni concorsuali di II livello, nel 2022 ha superato il concorso per Referendario di T.A.R. Oggi svolge la funzione di Magistrato Amministrativo presso il T.A.R. per il Molise.

Giulia Sironi

Sostenibilità

Nel 2022 fonda WOP, startup nel settore agritech. Il prodotto, accessibile ed economico, si propone come uno strumento aperto per contrastare il cambiamento climatico, gestire in modo più efficiente le risorse idriche e ridurre lo spreco, prevenendo future emergenze legate a siccità e desertificazione. Nello stesso anno fonda Gen Q, un'associazione focalizzata su diversity and inclusion e sulla creazione di politiche aperte e partecipative. Tra gli eventi rilevanti, spicca il policy lab che ha utilizzato il design thinking per la PA, portando alla creazione di una policy contro il caro affitti.

Eugenio Zuccarelli

Medicina

Eugenio è un AI Leader localizzato a New York dove lavora presso CVS Health, un'azienda Fortune 500 e l'azienda sanitaria numero 1 al mondo. È un Forbes 30 Under 30, Fortune 40 Under 40, TEDx Speaker, WEF Global Shaper, e ha studiato al MIT, Harvard e all'Imperial College. Le analisi di Eugenio hanno contribuito a sviluppare raccomandazioni politiche per la Casa Bianca, le Nazioni Unite, amministratori delegati e i principali istituti di ricerca per agire in situazioni chiave, come la lotta contro la pandemia di COVID-19. È un collaboratore regolare di diverse testate giornalistiche, tra cui HBR, Forbes, Fortune, MIT Sloan Management Review, Wired e Il Corriere della Sera, nonché autore di paper accademici, relatore principale in varie conferenze (Camera dei Deputati, etc.) e ha tenuto lezioni in varie università (Harvard, Bocconi, etc.). Eugenio ha ricevuto oltre 15 onorificenze e premi, tra cui il John McCarthy Award per i contributi ad AI, Nova Talent of the Year, ISPI / BCG Future Leaders Award, CDO Magazine 40 Under 40, Boston Congress 40 Under 40, LinkedIn Top Voice, e è un Ambasciatore Onorario di Genova nel Mondo. Il suo lavoro è stato inserito su Forbes, Fortune, The Washington Post, Bloomberg, The Financial Times, Il Corriere, oltre a numerosi programmi TV (Rai, Sky, etc.), programmi radiofonici (RTL 102.5, Radio Deejay, etc.) e podcast.

Menzioni Speciali 2023

Antonino Cicero

Informatica e digitale

Antonino Cicero, siciliano, classe ’98, è un professionista in cybersecurity con una laurea in Scienze dei Servizi Giuridici conseguita presso l’Università di Messina. Ha ottenuto la qualifica di Auditor/Lead Auditor 27001:2022 ed è stato selezionato nel Master di I livello in Cybersecurity presso l'Università di Torino. Dall’ottobre 2023 è iscritto all’albo dei Maestri della Protezione Dati & Data Protection Designer - IIP e attualmente sta frequentando un corso di perfezionamento presso l’Università di Milano in Criminalità informatica. La sua carriera professionale coniuga diritto e tecnologia, con una passione per la giurisprudenza, i social network, la cybersecurity awareness e la psicologia di Internet. Fin dalla sua infanzia, ha dimostrato un amore profondo per il volontariato, collaborando con varie organizzazioni e impegnandosi nella lotta contro la mafia e i crimini informatici. Per lui la tecnologia può aiutare, non solo a dar voce agli ultimi ma anche a raggiungere i loro sogni e obiettivi. Lavora presso Medas s.r.l., un'azienda che si occupa di Software, Intelligenza Artificiale e consulenza in ambito medicale, occupandosi della cybersecurity in un progetto che prende il nome di AIBiBank (Bio-Banking for Artificial Intelligence), un piano di ricerca sperimentale che prevede la realizzazione di una Biobanca digitale per lo sviluppo di sistemi di decisione clinica e farmacologica. Un sistema integrato che raccoglie e organizza immagini mediche e dati clinici su tumori mammari e prostatici, utilizzando tecniche avanzate di intelligenza artificiale, machine e deep learning, e applica procedure di anonimizzazione per conformarsi al GDPR.”

Daniela Cotugno

Arte e cultura

Laureata in Architettura, l’arch. Daniela Cotugno tra il 2016 ed il 2017 sviluppa la tesi di ricerca “Il Castello di Gallipoli (LE). Dallo studio analitico ad un progetto di restauro e allestimento museale”, premiata e menzionata in diversi concorsi nazionali (ISTITUTO ITALIANO DEI CASTELLI, DOMUS, SIRA, ARCO, BRAU, ECO-TOURISM), da cui sono poi scaturite diverse pubblicazioni scientifiche. Specializzata in Beni Architettonici e del Paesaggio per lo studio ed il restauro dei monumenti, collabora con vari enti nazionali: per il Parco Archeologico del Colosseo con il progetto di allestimento di un palco per concerti e spettacoli all’interno della Basilica di Massenzio adeguato agli appuntamenti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia; con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Frosinone, Latina e Rieti in qualità di “sostegno” ai RUP per lo studio, la ricerca e l’interpretazione grafica e documentaria sui centri colpiti dal sisma del 2016 nei comuni di Amatrice e di Accumoli, ed anche con il Comune di Accumoli. Tra il 2021 e il 2022 l’architetto riveste il ruolo di assistente Project Manager e Team Leader nell’ambito di progetti di Restauro Architettonico per diversi enti internazionali quali UNESCO, WORLD BANK e GREPOC, contribuendo così ai restauri di una moschea e di una chiesa siro-cattolica a Mosul, di un villaggio storico in Georgia e di infrastrutture pubbliche in Mozambico. Attualmente l’arch. Cotugno è Direttore Tecnico dei cantieri di Restauro, sempre con lo scopo di contribuire attivamente a perpetrare il rispetto da tributare all’opera degli avi e con la convinzione che i giovani apprendano le lezioni del passato ed accettino le sfide degli anni futuri.

Daniele Boidi

Musica

Daniele Boidi, nato a Genova nel 1997, consegue la Laurea Magistrale in Pianoforte Solistico (2019) e in Musica d’Insieme (2021) con 110, Lode e Menzione d’Onore presso il Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila. Nel 2017 e nel 2018 viene inserito nella lista dei migliori dodici pianisti italiani Under25 (Premio Venezia e Premio Brunelli). Dal 2017 forma stabilmente il Boidi Piano Duo insieme al fratello Luciano. Nel 2018 è insignito del Premio Excellentissimus assegnato dal Pontificio Istituto di Musica Sacra come miglior Gruppo Emergente Italiano. Nel 2019 il suo nome compare anche nella lista degli eccellenti 12 gruppi italiani e stranieri per la sezione Musica da Camera risultando tra i migliori due Duo Pianistici di tutta Italia. Vince il Primo Premio e il Primo Premio Assoluto in più di 25 concorsi nazionali ed internazionali e viene chiamato ad esibirsi in diverse ed importanti rassegne musicali, oltre che in Italia, in Israele, Austria, Polonia, Slovenia, Spagna e Francia. All’inizio del 2020, in duo col fratello, dà il via ad un nuovo progetto definito “PJ” (PianoJay) con la realizzazione di alcuni Mash-Up Crossover tra Classica e Moderna. Nel corso del 2022, vengono quindi chiamati ad esibirsi come ospiti nel programma di RAI 1 I Soliti Ignoti (condotto da Amadeus) e alla serata di Gala del Premio Ausonia dedicato alle personalità del mondo RAI. Inoltre, nel febbraio del 2023 sono ospiti del programma VIVA RAI2! condotto da Fiorello.

Luciano Boidi

Musica

Luciano Boidi, nato a Genova nel 1996, consegue la Laurea Magistrale in Pianoforte Solistico (2019) e in Musica d’Insieme (2021) con 110, Lode e Menzione d’Onore presso il Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila. Nel 2017 e nel 2018 viene inserito nella lista dei migliori dodici pianisti italiani Under25 (Premio Venezia e Premio Brunelli). Dal 2017 forma stabilmente il Boidi Piano Duo insieme al fratello Daniele. Nel 2018 è insignito del Premio Excellentissimus assegnato dal Pontificio Istituto di Musica Sacra come miglior Gruppo Emergente Italiano. Nel 2019 il suo nome compare anche nella lista degli eccellenti 12 gruppi italiani e stranieri per la sezione Musica da Camera risultando tra i migliori due Duo Pianistici di tutta Italia. Vince il Primo Premio e il Primo Premio Assoluto in più di 25 concorsi nazionali ed internazionali e viene chiamato ad esibirsi in diverse ed importanti rassegne musicali, oltre che in Italia, in Israele, Austria, Polonia, Slovenia, Spagna e Francia. All’inizio del 2020, in duo col fratello, dà il via ad un nuovo progetto definito “PJ” (PianoJay) con la realizzazione di alcuni Mash-Up Crossover tra Classica e Moderna. Nel corso del 2022, vengono quindi chiamati ad esibirsi come ospiti nel programma di RAI 1 I Soliti Ignoti (condotto da Amadeus) e alla serata di Gala del Premio Ausonia dedicato alle personalità del mondo RAI. Inoltre, nel febbraio del 2023 sono ospiti del programma VIVA RAI2! condotto da Fiorello.

Premio Speciale Creatività 2023

Francesca Nori

Arte e cultura

Francesca Nori classe 1994, nata a Bracciano in provincia di Roma e cresciuta nella sartoria cine-teatrale di famiglia con la verve artigianale nel sangue, dalla lavorazione del ferro alla sartoria. La ricerca di bellezza della giovane designer negli elementi naturali privi di valore si incrocia con un sottoprodotto non edibile dell’industria del food, la buccia, generando un nuovo materiale sperimentale denominato AnanasseTM. Una intuizione nata a fine 2017 durante la preparazione della tesi di laurea ed in seguito concretizzata anche grazie al supporto di un’azienda chimica italiana del settore, che ad oggi ha scelto l’anonimato ed al visionario Fabrizio Moiani, con cui nel 2020 fonda Vérabuccia®. Nome del brand del progetto in grado di portare i paradigmi naturali della frutta esotica in altri settori attraverso l’uso stesso dell'involucro che la natura crea, la buccia, ad oggi del frutto dell’ananas per mezzo dell’innovativa e circolare tecnologia (brevettata).

TORNA SU